ERACLE TRA I FALISCI

 

 

 

 

locandina Eracle

Altro

PASQUETTA AL CASTELLACCIO 2014

locandina pasquetta 2014programma pasquetta

Altro

L’inferno terreno e ultraterreno: un viaggio di forme e coloriL’inferno terreno e ultraterreno: un viaggio di forme e colori

 locandina mostra inferno (1)

L’inferno terreno e ultraterreno: un viaggio di forme e colori”, in esposizione la mostra del liceo artistico Midossi di Civita Castellana

Rimarrà allestita, per tutto il mese di Aprile presso la sala espositiva del Comune Ex Carcerette, a 100 metri dal liceo artistico “Midossi” di Civita Castellana, la mostra curata dalla professoressa Tiziana Cremonini, docente di lettere con la collaborazione dei docenti di discipline plastiche, pittoriche e progettazione 

mostra infernoDopo il grande successo ottenuto lo scorso anno, gli studenti del liceo artistico ripropongono la loro creatività con il progetto “L’inferno terreno e ultraterreno: un viaggio di forme e colori”.

La mostra è maturata, sostanzialmente, da un’esigenza: indurre gli studenti del liceo artistico a manifestare in maniera efficace, e con i linguaggi più congeniali, la loro creatività e capacità di rielaborazione di argomenti storico- letterari. L’attività ha coinvolto direttamente gli alunni coadiuvati dai docenti di lettere, discipline pittoriche, plastiche, Storia dell’Arte e Progettazione e dal tecnico di laboratorio.

Attraverso i lavori i ragazzi hanno instaurato un dialogo vivo con la cultura e realizzato un iter iconografico e scultoreo mediante il quale potranno condividere la stessa entusiasmante esperienza e recuperare un’idea dell’arte soggettiva e personalizzata, in grado di regalare emozioni e stabilire empatia.

Lo sfondo di questo percorso di forme e colori è l’Inferno: come regno dell’oltretomba in Dante e come luogo della storia e metafora di una condizione esistenziale aberrante nel lager. Le opere realizzate vogliono essere testimonianze del tempo e di verità, in modo particolare i lavori relativi alla Shoah, che con la loro silenziosa eloquenza, inducono a riflettere su come  “La storia dei campi di distruzione dovrebbe venire intesa da tutti come sinistro segnale di pericolo”.

L’ingresso, per chiunque volesse visitare la mostra, è interamente gratuito.

È possibile avere la guida previa comunicazione alla scuola di via Gramsci (Liceo Artistico) tel.0761- 517785.

Altro