REGOLAMENTO PARTECIPAZIONE ESCURSIONI

 

REGOLAMENTO PER LA  PARTECIPAZIONE ALLE ESCURSIONI PROMOSSE DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE ARGILLA CON SEDE IN CIVITA CASTELLANA

 

Le escursioni promosse dall’Associazione culturale Argilla (che di seguito verrà denominata per brevità “Associazione”) hanno finalità naturalistiche e culturali e sono seguite da accompagnatori volontari. Gli accompagnatori non sono dei professionisti, ma soci dell’Associazione che mettono a disposizione degli altri la propria esperienza e conoscenza del territorio. L’Associazione è senza fini di lucro e non svolge attività di tipo commerciale o professionale assimilabile ad una prestazione di servizi. Coloro che partecipano alle escursioni non sono quindi clienti, ma persone che per loro iniziativa e libera scelta chiedono di condividere le esperienze con gli accompagnatori dell’Associazione e con gli altri partecipanti.   

La partecipazione è gratuita ed a carattere amichevole. L’atmosfera è festosa ma è indispensabile che i partecipanti rispettino le regole di buon comportamento e di sicurezza contenute nel presente regolamento e/o indicate di volta in volta dai volontari dell’Associazione.

Ad ogni partecipante è richiesto elevato grado di autosufficienza, spirito di adattamento, disponibilità ed empatia verso gli altri.

 

Anche se non viene richiesta preventiva comunicazione dello stato di salute di ciascuno, resta convenuto che non può partecipare alle escursioni chi è portatore di disturbi e/o malattie che possano manifestarsi con crisi improvvise e/o imprevedibili (cardiocircolatorie, respiratorie, allergie, sensibilizzazioni  ecc.) per le quali siano necessari interventi farmacologici e/o medici di urgenza. I giovani di età inferiore ai diciotto anni devono essere accompagnati, ciascuno, da un adulto che ne assicura l’assistenza e se ne assume la responsabilità durante il percorso e negli eventuali trasferimenti in auto.

 

Le escursioni sono riservate a coloro che hanno le specifiche capacità fisiche ed escursionistiche necessarie in base al grado di difficoltà del percorso, che viene indicato, secondo l’usuale classificazione in T, E, EE, EEA, nella locandina diffusa dall’Associazione. Le escursioni promosse dall’Associazione non possono considerarsi al pari della visita ad un parco pubblico; hanno caratteristiche simili alle escursioni di montagna e presentano, come queste, dei rischi.

In particolare, le escursioni:

-       sono effettuate su sentieri accidentati e non segnalati;

-       sono caratterizzate dal passaggio sul bordo e sul fianco di pareti tufacee prive di protezione e soggette a frane;

-       attraversano siti archeologici o insediamenti medievali abbandonati che presentano parti di costruzioni  a rischio frane e buche nel terreno dovute alla presenza di case ipogee, tombe, silos, ecc.;

-       rendono necessario l’attraversamento di ruscelli e/o fossi con utilizzo di punti di appoggio (sassi o tronchi) improvvisati ed instabili.

Le escursioni, inoltre, comportano un impegno fisico di un certo rilievo. Si raccomanda vivamente di effettuare preventivamente le visite e gli accertamenti medici necessari ad attestare la propria idoneità alla pratica sportiva non agonistica.

Ogni partecipante è tenuto a valutare le proprie capacità, la propria condizione fisica e le proprie conoscenze prima di partecipare all’escursione. Egli deve informarsi e valutare autonomamente le difficoltà ed i rischi della singola escursione ed è l’unico responsabile della propria incolumità fisica; deve saper badare a se stesso e non recare danni a terzi e/o a cose.

 

Le escursioni si effettuano in gruppo; il gruppo è preceduto da uno o più accompagnatori volontari denominati “apripista” e seguito da uno o più volontari denominati “fine gruppo”. Ciascun partecipante è obbligato a procedere con regolarità ed in modo serrato, a non allontanarsi mai dal gruppo, nonché a seguire le indicazioni ricevute dagli accompagnatori “apripista”. In particolare ogni partecipante è obbligato:

-       a comunicare tempestivamente ai volontari dell’Associazione l’insorgenza di problemi (siano essi fisici, di attrezzatura o di qualsiasi altra natura) e ad attenersi alle loro indicazioni;

-       a mantenersi unito al gruppo, a non superare mai i volontari “apripista” ed a non restare mai dietro ai volontari indicati come “fine gruppo”;

-       a procedere ordinatamente, senza ostacolare il cammino degli altri e, nei passaggi difficoltosi, a procedere in fila indiana, aspettando, ove necessario, il proprio turno senza ammassarsi e senza prendere iniziative autonome;

-        a  richiedere e  restare in attesa di nuove istruzioni qualora le indicazioni degli accompagnatori apripista  non gli siano state chiare o non siano state comprese.

L’escursione viene effettuata sotto la propria esclusiva responsabilità. Dato anche l’elevato numero dei partecipanti su percorsi lunghi ed accidentati, l’Associazione non è in grado di assicurare un servizio di assistenza e sicurezza. Ad essa Associazione non può quindi essere attribuita alcuna responsabilità.

 

Si raccomanda vivamente di indossare un abbigliamento adeguato (pantaloni e camicia antistrappo; scarpe da trekking traspiranti ma impermeabili, alte e robuste che proteggano il piede e le caviglie da distorsioni e ferite; cappello, ecc.) e di essere muniti di bastoncini da trekking.

Per quanto ovvio, si rammenta che alla partenza ogni partecipante deve aver fatto colazione ed avere con sé una sufficiente quantità di acqua, le provviste, gli indumenti di ricambio e quant’altro ritenga utile per le sue necessità. E’ bene ricordare che può esserci il sole o essere nuvoloso, può fare caldo o freddo, può piovere o esserci vento. Le condizioni metereologiche possono variare più volte durante la giornata e si può restare bagnati per ore in caso di emergenze.

A titolo solo esemplificativo e non esaustivo si ricorda che è necessario avere con sé uno zaino impermeabile contenente, tra l’altro, indumenti di ricambio (calzini, pantaloni, maglietta, ecc.), cappello, crema solare, tuta impermeabile o mantellina antipioggia, un potente fischietto e quant’altro normalmente consigliato dai manuali di trekking). E’ bene ricordare che da quando si parte e sino all’arrivo ognuno può contare solo su quello che ha portato con sé.

L’Associazione non è responsabile dell’eventuale non idoneità o insufficienza dell’abbigliamento e delle cose portate al seguito, così come non può farsi carico delle esigenze individuali dei singoli partecipanti.

 

 

Nelle eventuali carovane di trasferimento in macchina, i veicoli dei partecipanti devono rispettare il codice della strada e procedere con prudenza, viaggiando a velocità moderata e mantenendo la giusta distanza da chi precede, senza ostacolare il sorpasso dei veicoli estranei alla carovana.

 

 

Legenda della classificazione della difficiltà del percorso:

T  =   Percorso turistico;

E  =   Percorso adatto ad escursionisti abituali;

EE = Percorso adatto ad escursionisti esperti;

EEA = Percorso adatto ad escursionisti esperti e muniti di attrezzatura alpinistica

 

 

 

 

Civita Castellana, lì …………….

Firma

 

 

RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE ALLE ESCURSIONI PROMOSSE DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE ARGILLA CON SEDE IN CIVITA CASTELLANA E DICHIARAZIONE DI MANLEVA

 

IL SOTTOSCRITTO:

NOME E COGNOME……………………………………………………………………………………

INDIRIZZO……………………………………………………………………………

CITTA’………………………………………………………………………………….

TEL-EMAIL………………………………………………………………………….

 

 

CHIEDE

di poter partecipare alle escursioni promosse dall’Associazione culturale Argilla (che di seguito verrà denominata per brevità “Associazione”).

 

 A tal fine dichiara:

1)   di aver letto l’allegato “Regolamento per la partecipazione alle escursioni” e di obbligarsi a rispettare le regole di buon comportamento e di sicurezza  contenute in esso e/o indicate di volta in volta dagli accompagnatori “apripista” dell’Associazione.

 

 Dichiara inoltre di essere pienamente consapevole che:

2)   la partecipazione  è volontaria, gratuita ed a carattere meramente amichevole;

3)   ad ogni partecipante è richiesto elevato grado di autosufficienza, spirito di adattamento, disponibilità ed empatia verso gli altri;

4)   ogni partecipante è tenuto a valutare le proprie capacità, la propria condizione fisica e le proprie conoscenze prima di partecipare ad ogni singola escursione. Egli deve informarsi e valutare autonomamente le difficoltà ed i rischi dell’escursione ed è l’unico responsabile della propria incolumità fisica; deve saper badare a se stesso e non recare danni a terzi e/o a cose;

5)    l’escursione viene effettuata sotto la propria esclusiva responsabilità. Dato anche l’elevato numero dei partecipanti su percorsi lunghi ed accidentati, l’Associazione non è in grado di assicurare un servizio di assistenza e sicurezza.

6)    l’Associazione non è responsabile dell’eventuale non idoneità o insufficienza dell’abbigliamento e delle cose portate al seguito, così come non può farsi carico delle esigenze individuali dei singoli partecipanti;

 

 

 

Dichiara inoltre di obbligarsi:

7)   a valutare preventivamente il percorso ed il livello di difficoltà di ogni singola escursione ed a partecipare all’escursione medesima solo se ha ritenuto il percorso ed il livello di difficoltà della singola escursione pienamente adeguati, da ogni punto di vista,  alle proprie capacità fisiche, alle proprie condizioni di salute, alle proprie eventuali patologie ed alle proprie conoscenze sulla pratica dell’escursionismo;

8)   a valutare autonomamente le difficoltà ed i rischi di ogni singola escursione, ed a partecipare all’escursione medesima solo se ha preventivamente accettato le difficoltà ed i rischi della singola escursione,  riconoscendo sin d’ora di essere l’unico responsabile della propria incolumità fisica;

9)   a fare in modo che il proprio abbigliamento e le cose portate con sé, anche se difformi da quanto suggerito o raccomandato dall’Associazione nel “regolamento” prima citato, siano comunque adeguati in relazione alle proprie caratteristiche ed esigenze,.

 

Il sottoscritto dichiara  pertanto

di sollevare, come in effetti solleva, il Presidente dell’Associazione Culturale Argilla ed i soci della medesima Associazione che partecipano alle escursioni da qualsivoglia responsabilità in ordine ad infortuni, malori, patologie e/o qualsiasi altro danno, connessi, derivanti o conseguenti  al sottoscritto dalla partecipazione alle suddette escursioni.

 

Civita Castellana, lì …………….

Firma

 

 

programma 16 febbraio

AZIENDE BIO

in costruzioneworkinprogress